Ammesse anche al TAR le deleghe verbali

Si prega di prendere visione dell’importante avviso allegato (vedi), con cui il Presidente del T.A.R. Veneto ha rettificato le indicazioni riguardanti i depositi da effettuarsi in udienza nelle cause soggette alle regole del processo amministrativo telematico.
Ferma restando la valutazione del Collegio sull’ammissibilità di produzioni tardive, ogni deposito dovrà essere comunque effettuato fuori udienza, poichè non sarà possibile provvedervi materialmente nel corso dell’udienza, in mancanza di dispositivi informatici idonei all’uso dei token per l’apposizione della firma digitale.
Prendendo atto della difficoltà per i difensori di produrre in anticipo e in via telematica le deleghe riguardanti le sostituzioni in udienza, Il Presidente del T.A.R., su nostro suggerimento e in accordo con i Presidenti di Sezione, ha convenuto sull’ammissibilità del ricorso alle deleghe verbali, previste dall’art. 14 della legge professionale (vedi la norma).
Ciò significa che il sostituto potrà verbalmente dichiarare di intervenire alla pubblica udienza o in camera di consiglio per conto del dominus senza produrre la consueta delega scritta, fino ad oggi richiesta.
Salutiamo con favore la semplificazione accolta dal T.A.R., precisando che la regola ha ovviamente portata generale e troverà pertanto applicazione per tutte le cause, anche al di fuori del P.A.T.

Cordiali saluti

Il segretario
Alessandro Calegari

 

image_pdfStampa in PDF
2017-07-05T16:49:11+00:00 20 gennaio, 2017|Comunicazioni|